L’impatto della tecnologia 3D in campo ortodontico: Nuove prospettive /Impact of 3D technologies in the orthodontic practice: new perspectives

by ODT. CTO. Emanuele Paoletto, ORTHOMODUL

La tecnologia digitale sta cambiando l’ortodonzia?
Oggi molte procedure come l’acquisizione clinica e la successiva elaborazione dei dati avvengono con procedure digitali.
Le tecnologie additive come la stereolitografia sono regolarmente utilizzate per costruire,da files digitali, non solo modelli, ma anche vari dispositivi ortodontici e protesici.
Anche la costruzione dei dispositivi ortodontici in metallo sta subendo una grande trasformazione grazie all’introduzione del Laser Metal Fusion.
La presentazione farà vedere come poter applicare queste tecnologie nelle comuni lavorazioni ortodontiche e anche le nuove applicazioni nel campo dell’ancoraggio ortodontico scheletrico.

Is digital technology changing the orthodontic practice?
Nowadays many procedures such as clinical acquisition and data processing take place using digital procedures.
Additive technologies such as stereolithography are widely used to build, starting from digital files, dental models in addition to orthodontic and prosthetic devices.
The manufacturing techniques of orthodontic metal devices are also undergoing a major transformation thanks to the introduction of Laser Metal Fusion.
This presentation will show how these technologies can be applied to the standard orthodontic processes and to new applications in the field of orthodontic skeletal anchorage.

program: https://3dmedicalconference.com/program/

Note: Live translation from English into Italian / from Italian to English will be available at the location.
Nota Bene: all’evento sarà disponibile il servizio di traduzione simultanea italiano-inglese, inglese-italiano.

About Emanuele Paoletto

Emanuele Paoletto, Tecnico Ortodontico

Orthomodul Lab. Thiene VI, email: lab@orthomodul.it

Professore a.c. presso la Scuola di Specializzazione in Ortodonzia Università di Ferrara diretta dal Prof. Giuseppe Siciliani.

Dal 2015 docente di tecnologie digitali al Master di II livello diretto dal Prof Aldo Macchi presso l’Università degli Studi dell’Insubria.

-Relatore nei più importanti congressi scientifici italiani, SIDO, AIDOR,Amici di Brugg, SITEBI, SUSO, AIOT,ORTEC,ANTLO

-Relatore per società scientifiche ortodontiche in Germania, Polonia, Croazia, Inghilterra, Grecia e Portogallo.

-Autore di pubblicazioni sulle più importanti riviste scientifiche internazionali come EJCO, JCO, AMJ-DO, ANGLE ORTHOD.

– Ha tenuto lezioni di tecnica ortodontica presso la Scuola di Specializzazione in Ortodonzia dell’Università degli Studi dell’Insubria, dell’Aquila, di Trieste e Ferrara.

-Coordinatore della prima sessione congiunta SIDO-ORTEC al 47°Congresso Internazionale Sido di Firenze

-Autore del capitolo “Il sistema ortopedico di Bass” in “Manuale di tecnica ortodontica”, editore Martina 1994. Autore del capitolo “Ortodonzia e impianti” in “Tecnica ortodontica”, pubblicato nel 1997 da Ortec.

– Membro del comitato di redazione di Quintessence of Dental Technology.

– Co-ideatore del protocollo M.A.P.A. (Miniscrew Assisted Palatal Appliance)

– Membro attivo OR-TEC, AIOT DDS

– Membro internazionale GK e OTA

-Past President Accademia Italiana Ortodonzia Tecnica AIOT

EMANUELE PAOLETTO

Emanuele Paoletto, CTO  Certified Orthodontic Technician

Orthomodul Lab. Thiene VI, Italy email: lab@orthomodul.it

Teacher at Postgraduate School of Orthodontics Ferrara University ,

directed by Prof. Giuseppe Siciliani.

Since 2015 he has been a teacher of digital technologies at the Master’s degree course directed by Prof Aldo Macchi at the University of Insubria.

-Speaker at the most important Italian scientific congresses, SIDO, AIDOR, Amici di Brugg, SITEBI, SUSO, AIOT, ORTEC, ANTLO.

-Speaker for orthodontic scientific societies in Germany, Poland, Croatia, England, Greece and Portugal.

-Author of publications in the most important international scientific journals such as EJCO, JCO, AMJ-DO, ANGLE ORTHOD.

– He has held lessons in orthodontic technique at the School of Specialization in Orthodontics of the University of Insubria, L’Aquila, Trieste and Ferrara.

-Coordinator of the first joint SIDO-ORTEC session at the 47th International Sido Congress in Florence

-Author of the chapter “The orthopaedic system of Bass” in “Manual of orthodontic technique”, publisher Martina 1994. Author of the chapter “Orthodontics and implants” in “Orthodontic technique”, published in 1997 by Ortec.

– Member of the editorial board of Quintessence of Dental Technology.

– Co-designer of the M.A.P.A. protocol. (Miniscrew Assisted Palatal Appliance)

– Active member OR-TEC, AIOT DDS

About ORTHOMODUL

Orthodontic laboratory specializing in skeletal anchorage and new digital technologies

2 Replies to “L’impatto della tecnologia 3D in campo ortodontico: Nuove prospettive /Impact of 3D technologies in the orthodontic practice: new perspectives”

  1. Buona sera le avevo lasciato un messaggio su fb ma lei non ha risposto.
    Buongiorno dottore ho trovato il suo profilo su internet e mi sono interessata molto alla espansione del palato.
    Allora le spiego un po’ la mia storia, io sono una donna di 36 anni ho avuto l’apparecchio hai denti per 4 anni perché avevo i denti tutti storti ok si adesso non sono più storti però sono tutti in avanti e non mi piace il mio sorriso infatti non rido mai perché mi vergogno e poi ho dei denti grandissimi e mi vengono tutti all’infuori.
    Io ho messo l’apparecchio a 17 anni e l’ho tolto a 21 all’epoca non sapevo nnt di questo espansore del palato dopo che ho tolto l’apparecchio non essendo molto contenta del risultato sono andata da un paio di dentisti ma non hanno potuto aiutarmi mi hanno detto che io lavoro che mi avevano fatto andaba bene e mi hanno anche parlato della chirurgia ortognatica ma leggendo un po’ ed informandomi mi sembra un po’ impegnativa e molto costosa e la verità mi fa anche un po’ paura.
    A mia figlia che ha 11 anni io l’ho portata dal dentista e gliel’hanno messo a 9 anni infatti il dentista mi ha detto che mia figlia avrebbe avuto lo stesso problema di spazio che ho avuto io ma con lo espansore palatale si risolveva.
    In sintesi dottore io sarei interessata a fare un consulto con lei per vedere lei cosa ne pensa se potrei essere idonea al trattamento e se mi può aiutare il mio è più che altro un problema estetico e se si può risolvere io ne sarei felicissima.
    Vorrei sapere lei dove lavora
    E quanto costa la prima visita
    Immagino che non mi dirà quanto può costare lo espansore prima di vedermi, io vivo a Cantù in provincia di Como attendo la sua risposta grazie.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *